Ottico

Da IGWiki.

La professione di ottico è regolamentata dall’articolo 12 del Regio Decreto n. 1334/1928 e dagli articoli 140-142 del Regio Decreto n. 1265/1934. Questo professionista fornisce, controlla e adatta i mezzi di correzione dei difetti di vista: lenti, montature degli occhiali, lenti a contatto, ausili visivi per ipovedenti. Una parte del suo lavoro consiste nell’eseguire semplici esami di misurazione della vista. In base ai risultati ottenuti, oppure dietro prescrizione medica o specialistica, deve essere in grado di individuare le lenti adatte a correggere il problema e, se necessario, assestarle nella montatura prescelta. Le sue competenze prevedono anche che sappia localizzare e risolvere i difetti delle lenti. Nello svolgimento della sua professione utilizza strumenti ottici, di cui deve curare la manutenzione. Se in possesso di laurea, si occupa anche del trattamento dei difetti della vista, utilizzando mezzi ottici correttivi. In particolare, misura con apparecchiature specifiche la qualità della visione e ne individua i difetti; quindi, si occupa di scegliere, prescrivere e fornire il mezzo correttivo più adeguato, adattandolo alle esigenze del paziente. Svolge, inoltre, un’attività di prevenzione dei disturbi visivi.


FORMAZIONE
La formazione scolastica dell’ottico avviene a livello di scuola secondaria di secondo grado. La riforma dell’istruzione, a opera del Ministro Gelmini, prevede la possibilità di iscriversi a un Istituto Professionale - Settore servizi - Indirizzo servizi socio-sanitari - Articolazione ottico. Il percorso scolastico si articola in due bienni e un quinto anno finale, che termina con l’Esame di Stato. Per maggiori informazioni e per verificare l'offerta formativa, si consiglia di contattare i singoli Istituti Scolastici. Dopo aver conseguito il diploma, è possibile proseguire con gli studi in ambito universitario, frequentando un corso di laurea triennale in Ottica e optometria, appartenente alla Classe L30 - Lauree in Scienze e Tecnologie Fisiche. L’accesso al corso di studi è programmato: bisogna essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado e superare un test di ammissione. Il corso è attivato presso la Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali di alcune università italiane. Per maggiori informazioni sui corsi di laurea attivati presso gli atenei italiani consultare il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca http://www.miur.it. Si ricorda che la professione di optometrista è ancora priva di una regolamentazione giuridica, che ne definisca il profilo professionale e i relativi ambiti di lavoro.


ACCESSO ALLA PROFESSIONE
Per esercitare la professione di ottico è necessario conseguire la licenza di abilitazione. L’esame di abilitazione si svolge contemporaneamente a quello di maturità. Il candidato dovrà affrontare una prova pratica di laboratorio, il cui esito dovrà essere positivo pena la validità dell’esame; una prova scritta sulle materie caratterizzanti dell’ultimo anno; infine, una prova orale che comprende tutte le materie studiate nell’ultimo anno. Se risultato idoneo, egli ottiene la licenza che consente l’esercizio della professione in qualità di dipendente presso studi di optometria e applicazione di lenti a contatto e presso negozi di ottica oppure in qualità di libero professionista. Inoltre, anche per le arti ausiliarie delle professioni sanitarie è previsto l’obbligo di partecipazione a corsi di aggiornamento e qualificazione, nell’ambito del programma nazionale per la formazione degli operatori della sanità ECM - Educazione Continua in Medicina. Ulteriori informazioni sul sito del Ministero della Salute alla pagina http://www.ministerosalute.it/ecm/ecm.jsp. Sono numerose le associazioni di categoria a cui è possibile far riferimento e che da anni si battono per il riconoscimento ufficiale delle professioni di ottico e optometrista e per l’istituzione dei rispettivi albi (vedi Riferimenti utili). Nel 2006 sono state presentate, rispettivamente alla Camera e al Senato, due proposte di legge, a tutt’oggi ancora in fase di approvazione, che stabiliscono i criteri per la definizione del profilo professionale e del percorso formativo dell’optometrista.
Nell’Unione Europea La professione di ottico/optometrista è presente ed è regolamentata in molti Paesi europei. La libera circolazione è garantita dalle norme del Decreto Legislativo n. 115 del 1992, successivamente modificato dal Decreto Legislativo n. 277 del 2003. I cittadini italiani che hanno conseguito un titolo professionale dell’area sanitaria in Italia e vogliono esercitare la professione in un altro Paese comunitario devono presentare domanda di riconoscimento del titolo all’autorità competente del Paese estero. Coloro che hanno conseguito all’estero un titolo professionale dell’area sanitaria e intendono esercitare la professione in Italia devono presentare al Ministero della Salute italiano una richiesta di riconoscimento del titolo, utilizzando gli appositi modelli scaricabili direttamente dalla pagina del sito del Ministero (sezione Professioni Sanitarie - Modulistica per il riconoscimento titoli).


RIFERIMENTI UTILI

MINISTERO DELLA SALUTE - viale Giorgio Ribotta 5 - 00144 Roma
tel. 0659942378 - 0659942758 (URP) http://www.salute.gov.it - E-mail: urpminsalute@sanita.it

ANTO - Associazione Nazionale per la Tutela degli Ottici - tel. 0643254314 http://www.tutelaottici.it - E-mail: info@tutelaottici.it ASSOGRUPPI OTTICA - Associazione Nazionale dei Gruppi Organizzati dell’Ottica - via Comelico 11 - 20135 Milano
tel. e fax 0229532129 http://www.assogruppiottica.it - E-mail: segreteria@assogruppiottica.it

FEDEROTTICA - Associazione Federativa Nazionale Ottici Optometristi - via Cenisio 32 - 20154 Milano
tel. 023491708 fax 023491374 http://www.federottica.org - E-mail: info@federottica.org

FIO - Federazione Italiana Ottici Optometristi - via Nazionale 60 c/o Confesercenti - 00184 Roma
tel. 0647251 fax 064746556 http://www.otticiweb.it - E-mail: fio@confesercenti.it

SOPTI - Società Optometrica Italiana - via Emilia 27 - 40026 Imola (BO)
tel. 0542012544 fax 0542012749 http://www.sopti.it - E-mail: segreteria@sopti.it
Organizza corsi di formazione e aggiornamento tecnico-scientifico con accreditamento ministeriale ECM, riservati agli associati o aperti agli operatori sanitari. http://www.corsiecm.info - sito che contiene l’elenco dei corsi ECM - Educazione Continua in Medicina presenti su tutto il territorio nazionale, divisi in base alla professione medica o alla regione in cui il corso viene attivato. http://www.soeo.it - portale degli studenti di ottica e optometria.

Fonte: banca dati Informagiovani Piemonte