Mediatore civile

Da IGWIKI.

La Mediazione Civile è l'attività svolta da un terzo imparziale e finalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.

La riforma del processo civile.
Il decreto legislativo 4 marzo 2010 n.28 (Gazzetta Ufficiale n.53) in attuazione della Riforma del Processo Civile (l. 69/2009) ha introdotto un nuovo istituto, la mediazione civile e commerciale, come strumento per giungere alla conciliazione.
A marzo 2011, salvo proroghe, dovrà essere esperita a pena di improcedibilità nei casi di controversie relative a: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di azienda, contratti assicurativi, bancari e finanziari, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica, da diffamazione a mezzo stampa o altro mezzo di pubblicità, da circolazione di veicoli e natanti.


Il Mediatore Civile: una figura che cresce.
Con il cambiamento normativo, avrà un ruolo sempre più importante il Mediatore Civile, una figura altamente specializzata, imparziale e neutrale, in grado di gestire efficacemente il contenzioso attraverso le più moderne tecniche di negoziazione e di facilitare l'accordo tra le parti orientandole verso la soluzione ottimale. Per poter svolgere questa funzione, è richiesta una formazione specifica, a integrazione della propria preparazione professionale.
Perché si consegue un titolo legalmente riconosciuto dal Ministero della Giustizia ai sensi del nuovo Decreto Ministeriale n.180 del 18 Ottobre 2010, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.158 del 04.11.2010, che permette di ottenere il requisito formativo per chiedere l'iscrizione agli Organismi di Mediazione accreditati al Ministero della Giustizia o alle più autorevoli strutture di Giustizia Civile A.D.R. d'Italia.


A chi è rivolto il corso.
A tutti i laureati in qualsiasi indirizzo (anche con laurea triennale), nonché agli iscritti a un ordine o collegio professionale (d.m. 180/2010).


Durata e svolgimento.
Il corso intensivo per mediatore civile ha una durata di 52 ore e viene erogato in 6 giorni consecutivi oppure in 2 week-end da tre giorni.


ATTENZIONE
: Corsi di Mediazione da parte di enti formativi accreditati alla Regione non sono idonei per essere designati all'esercizio di mediatore civile e commerciale come previsto dal D. Leg.vo n. 28/2010 e dal D. M. n. 180/2010. L'elenco degli enti formatori accreditati e degli organismi di conciliazione idonei sono solo quelli iscritti o ACCREDITATI PRESSO IL MINISTERO.


Sbocchi professionali:

  •  Mediatore presso gli Enti di Conciliazione al Ministero della Giustizia
  •  Mediatore presso le Camere di Commercio
  •  Mediatore presso Associazioni di categoria e Sindacati
  •  Inserimento presso Camere di Conciliazione in ambito Bancario o presso studi professionali
  •  Inserimento nel settore delle Telecomunicazioni o all'interno di holding e multinazionali.

Enti di formazione

Associazione Mediatori e conciliatori italiani

Sito Web: www.mediatoriconciliatori.it
Sedi dei corsi: Novedrate (provincia di Como, a 25 km da Milano), Roma e Messina.

ANPAR - Associazione Nazionale per l'Arbitrato & la Conciliazione

Sito Web: www.anpar.it
Sedi dei corsi: Firenze, Bari, Cagliari, Milano, Padova, Lecce, Barletta, Messina, Venezia, Palermo, Catanzaro.

Concilia

Corso di alta formazione per conciliatore professionale.
Sito Web: www.concilia.it
Sedi dei corsi: Milano, Roma, Cagliari, Olbia, Verona, Firenze, Reggio Calabria, Lecce.