Cartografo / Topografo

Da IGWIKI.

PROFILI PROFESSIONALI
Il topografo è il professionista che si occupa di rilevare e riprodurre in scala una parte della superficie terrestre, attraverso metodi di calcolo e disegno. La rilevazione topografica si usa per:

  • realizzare mappe catastali con cui valutare la redditività di un immobile;
  • individuare la struttura superficiale (topografia) di un terreno, un edificio, una linea ferroviaria o altro, su cui siano in fase di progettazione, oppure già in corso, opere di costruzione o modifica.

Il topografo può operare come libero professionista o come dipendente per studi tecnici, imprese edili o stradali, pubbliche amministrazioni, enti pubblici o privati, o infine per singoli cittadini. Nella pratica, il topografo lavora per parte del tempo all’aperto, dove svolge le rilevazioni dei terreni e degli edifici. Per farlo utilizza mezzi e strumenti sia analogici che digitali, impiegando una serie di tecniche specifiche. In un secondo tempo, rielabora i dati che ha raccolto e li rappresenta in topografia, cioè ne fornisce un’immagine grafica in scala ridotta, su supporto cartaceo oppure in versione digitale.
Se la rilevazione viene effettuata ai fini di un aggiornamento catastale, il topografo dovrà utilizzare una strumentazione specifica (teodolite elettronico o stazione totale GPS).
Elaborerà poi i dati, con un software ministeriale apposito (PREGEO), per realizzare il libretto di campagna (rappresentazione grafica del rilievo e relativo commento e spiegazione dei punti rilevati). A questo punto dovrà stendere la proposta di aggiornamento della mappa catastale e compilare il modello censuario per l’aggiornamento dei dati.
Durante la sua attività, il topografo si avvale di strumenti meccanici, digitali e informatici, fra cui i software CAD per il disegno tecnico. Anche il cartografo si occupa di riprodurre
porzioni della superficie terrestre in scala e su un supporto cartaceo o informatico. Nel suo lavoro svolge o coordina le attività di rilevamento, che vengono effettuate con strumenti anche molto complessi, come il GIS (Geographical Information System, insieme di strumenti software in grado di estrarre ed elaborare dati spaziali dal mondo reale) o i satelliti di telerilevamento. Dopo aver acquisito i dati, li elabora ed interpreta per costruire e aggiornare la cartografia terrestre, nautica e geologica, realizzando prodotti grafici (mappe) e
documentali.

FORMAZIONE
Le professioni di topografo e cartografo non sono normate, per cui non esiste un percorso di studi predefinito per accedervi. Tuttavia, a livello di scuola secondaria di secondo grado, è consigliabile conseguire una formazione da geometra: fra le materie tipiche di questo indirizzo, infatti, ci sono estimo, topografia e disegno tecnico. La riforma dell’istruzione, a opera del Ministro Gelmini, prevede la possibilità di iscriversi a un Istituto tecnico, settore Tecnologico, indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio. Il percorso scolastico si articola
in due bienni e un quinto anno finale, che termina con l’esame di Stato. Maggiori informazioni sulla riforma della scuola secondaria superiore sono reperibili sul sito curato da MIUR e Agenzia Scuola http://nuovesuperiori.indire.it. La formazione può proseguire in ambito universitario, conseguendo una laurea di primo livello (triennale) in quelle facoltà che forniscono una preparazione nell’ambito della geomatica, della topografia e della cartografia, e principalmente:

  • Scienze geografiche (classe 30);
  • Urbanistica e Scienze della pianificazione territoriale e ambientale (classe 7);
  • Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria edile (classe 4);
  • Ingegneria civile e ambientale (classe 8);

1 La riforma verrà attuata a partire dall’anno scolastico 2010/2011.
2 Nel settore indicato è confluito il percorso formativo Istituto per geometri.
3 L’insieme di discipline che riguardano il rilevamento e la riproduzione terrestre tramite mezzi informatici.

  • Scienze e tecnologie della navigazione marittima e aerea (classe 22).

L’offerta formativa è notevolmente aumentata e le denominazioni dei corsi di laurea sono attribuite direttamente dalle università; risulta pertanto difficile elencare tutti i corsi attivati
dalle varie facoltà. Per maggiori informazioni ci si può rivolgere alle segreteria delle università o consultare il sito del Ministero dell’Università, dell’Istruzione, e della Ricerca: http://www.miur.it
Segnaliamo soltanto il corso di laurea interfacoltà in Scienze Geo-Topo-Cartografiche, Estimative, Territoriali ed Edilizie (classe 7 – Urbanistica e Scienze della pianificazione territoriale e ambientale), attivato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, fisiche e Naturali dell’Università della Calabria, in collaborazione con le facoltà di Economia e di Ingegneria. Il corso è triennale, a numero chiuso, e prevede il superamento di un test di ingresso. Fra i suoi principali obiettivi formativi indica l’acquisizione, da parte dello studente, di una buona preparazione interdisciplinare sulle tematiche ambientali, cartografiche e topografiche. Per ulteriori informazioni:
UNIVERSITA’ DELLA CALABRIA - via P. Bucci - Edificio Segreterie Studenti - piano 2° - 87036 Arcavacata di Rende (CS) - tel. 0984493863 fax 0984493884 E-mail: ad@unical.it
Un caso particolare nel campo della formazione cartografica è, invece, la Scuola Superiore di Scienze Geografiche “Giovanni Boaga” dell’Istituto Cartografico Militare. La scuola si occupa della formazione e dell’aggiornamento del personale, civile e militare, dell’Amministrazione della difesa nel settore della cartografia e delle discipline a essa connesse. Per accedere ai suoi corsi è necessario essere assunti, tramite concorso pubblico, dall’Ente stesso. La scuola collabora anche con le Università, organizzando tirocini e seminari.
Per ottenere ulteriori informazioni, anche sui bandi di concorso attivi e sulle posizioni professionali interessate:
ISTITUTO GEOGRAFICO MILITARE – Distaccamento Marussi - Scuola Superiore di Scienze Geografiche - viale Filippo Strozzi 8 - 50129 Firenze - tel. 0552732751 fax 0554630951
Segnaliamo inoltre il master di II livello in Sistemi Informativi Geografici per il monitoraggio e la gestione del territorio, che l’Istituto Geografico Militare organizza in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze. Il corso dura un anno, è a pagamento ed è a numero chiuso. Il requisito fondamentale è il possesso di una laurea specialistica in una delle 37 classi indicate sul bando.
Per informazioni dettagliate:
DIPARTIMENTO STUDI STORICI E GEOGRAFICI - Università degli Studi di Firenze - via S. Gallo 10 - 50129 Firenze - tel. 0552757962 fax. 055219173
E-mail: azzari@unifi.it


ACCESSO ALLA PROFESSIONE
Come abbiamo detto, le professioni di topografo e cartografo non sono normate, e quindi non esiste una procedura specifica per ottenere l’abilitazione a svolgere queste attività.
Però, solitamente, i topografi hanno una formazione da geometra, che invece è una professione regolamentata dalla legge. Per poterla esercitare è necessario sostenere l’apposito l’Esame di Stato, che consente di iscriversi all’ Albo dei Geometri e dei Geometri laureati.
Decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 “Regolamento attuativo dell’art. 1, comma 18 della legge 4/99 - Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l’ammissione all’esame di Stato e delle relative prove delle professioni di dottore agronomo e dottore forestale, agrotecnico, architetto, assistente sociale, attuario, biologo, chimico, geologo, geometra, ingegnere, perito agrario, perito industriale, psicologo, nonché della disciplina del relativo ordinamento”, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 190 del 17/8/2001.

RIFERIMENTI UTILI
Riportiamo di seguito alcuni indirizzi utili per ottenere maggiori informazioni sulle professioni di topografo e cartografo.

L’Associazione organizza corsi di formazione e momenti di approfondimento, con lo scopo di migliorare la professionalità del geometra topografo.

  • AIT - Associazione Italiana Telerilevamento - c/o Laboratorio TELEGIS - Dipartimento Scienze della Terra - Università degli Studi di Cagliari - via Trentino 51 - 09127 Cagliari - tel. 0706757701 fax 070682236 http://www.aitonline.it

Sul sito dell’associazione sono presenti le notizie più recenti in questo ambito professionale. L’AIT pubblica anche la Rivista Italiana del Telerilevamento, scaricabile in formato .pdf (download a pagamento, gratuito per i soci).

  • ASIT - Associazione Italiana Topografi - c/o Collegio dei Geometri della Provincia di Firenze - via Masaccio 235 - 50132 Firenze - tel. 0555002371 fax 0555002373 http://www.asit.biz - E-mail: info@asit.biz

L’associazione ha lo scopo di valorizzare il lavoro topografico e incrementare i rapporti di collaborazione fra i professionisti del campo. Sul sito, oltre a informazioni e articoli sulla professione del topografo, è attivo un forum di discussione.

  • CISIS - Centro Interregionale per i Sistemi Informatici, Geografici, Statistici - via Piemonte 39 - piano IV, interno 10 - 00187 Roma - tel. 064815595 fax 064871306 http://www.cisis.it - E-mail: segreteria@cisis.it

E’ una associazione tra le Regioni e le Province autonome, costituita al fine di garantire un coordinamento efficace fra gli strumenti informativi, geografici e statistici, nonché per assicurare il miglior raccordo tra le regioni, lo stato e gli enti locali. Il sito fornisce informazioni sulla normativa, le occasioni di formazione e le attività del centro.

  • CNG - Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri laureati - piazza Colonna